Giffoni Valle Piana: gli abitanti spopolano, i negozi chiudono.

Nei due corsi principali, Emanuele e Garibaldi si contano più le serrande abbassate che alzate. Nella parte superiore del centro storico ha chiuso i battenti anche lo storico Tabacchi. L’attività l’hanno trasferita. Ed a fine mese chiude anche la banca. Lo sportello dell’ex Banca della Campania, oggi Bper non ci sarà più. I correntisti dovranno spostarsi alla filiale di Pontecagnano. La crisi finanziaria nei piccoli centri si sente moltissimo. Le abitudini cambiano con nuovi sistemi. Anche l’ufficio postale non è più quello di una volta. Oggi è a tutti gli effetti come uno sportello bancario. Tornando alle piccole attività commerciali che stanno spopolando il centro storico. La causa maggiore è dettata principalmente dal numero demografico sempre in discesa. Il territorio si è sviluppato a valle verso Salerno.

“Io credo che la causa maggiore -afferma il negoziante Luigi – è da attribuire al fatto che non ci sono più residenti. Alcuni proprietari di negozi sono in pensione e i loro figli fanno altro. Poi le piccole attività di qualsiasi genere sono state “inghiottito” dai centri commerciali. Lì si trova in primis parcheggio per l’auto”.

Piero Vistocco