Giffoni Valle Piana: Don Mario Cerrato, 75 anni, si è dimesso da rettore del Santuario della Madonna di Carbonara per problemi di salute.

Lo ha annunciato ai fedeli dall’altare durante la celebrazione festiva domenicale. Ha informato il vescovo Luigi Moretti che le sue condizioni di salute non gli permettono di mantenere questo importante impegno di rettore. “Rimarrò qui ancora qualche domenica -ha riferito don Mario- dall’altare del Santuario durante la celebrazione della Santa Messa. In attesa che dalla curia provveda a designare un altro sacerdote proverò salute permettendo ad essere ancora tra voi”. Don Mario Cerrato è stato ordinato sacerdote nel lontano 1969 e nel corso della sua missione pastorale è stato in giro in varie parrocchie del salernitano tra queste molto radicato a Santa Maria del Ponte e S. Michele Arcangelo di Campagna. Dal 10 dicembre 2012, vicario parrocchiale di Santi Martino, Leone e Nicola di Giffoni Valle Piana. Don Mario è stato parroco dei Santi Giuseppe e Fortunato in Aversana nel comune di Battipaglia ed a Santa Maria delle Grazie a Belvedere. L’arcivescovo Moretti dal 6 settembre del 2016 l’ha nominato rettore del Santuario della Madonna di Carbonara. E ad agosto scorso Don Mario ha coronato la soddisfazione più grande guidando in pellegrinaggio a Roma i fedeli giffonesi all’udienza del Papa in occasione della benedizione del quadro della Madonna di Carbonara realizzato 90 anni fa dal pittore salernitano Clemente Tafuri. L’opera raffigura la Madonna che tiene in grembo il bambino Gesù, con la mano sinistra regge il globo, simbolo della signoria sul mondo, nella mano destra una colomba bianca, immagine della pace. Don Mario porterà nel cuore della sua vita pastorale l’importantissimo ed indimenticabile avvenimento religioso in Vaticano.

Piero Vistocco