Complimenti dal Sindaco di Salerno al neo segretario nazionale del PSI

Enzo Napoli invia complimenti ed auguri di buon lavoro all’amico Enzo Maraio eletto Segretario Nazionale del Partito Socialista Italiano .

“Questo importante risultato premia un dirigente politico lungimirante ed un amministratore capace che conosco ed apprezzo da anni avendoci lavorato anche fianco a fianco in particolare quando del Comune di Salerno é stato Assessore al Turismo. Sono convinto che instaureremo una proficua collaborazione istituzionale per conseguire risultati importanti per l’Italia, il Sud e la nostra comunità su economia e lavoro, infrastrutture e sviluppo, ambiente e mobilità, giovani, donne, diritti, cultura.”

Salerno: Palazzo di Città Giornata Autismo martedì 2 aprile

Il Comune di Salerno e la Cooperativa Giovamente aderiscono alla campagna internazionale “Light it up blue” per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’autismo e stimolare l’impegno per il miglioramento dei servizi e per la promozione della ricerca.
Martedí 2 Aprile (alle ore 19.30) le luci di Palazzo di Città si accenderanno di blu. Alla manifestazione, parteciperanno il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e l’assessore alle Politiche Sociali Nino Savastano.
Nella stessa giornata esperti della Cooperativa saranno presenti in varie scuole del territorio, istituto Comprensivo Rita Levi Montalcini di Mercatello e la scuola elementare di Lancusi.
Sarà proiettato il Cortometraggio “Senza Corazza” Guglielmo.
inoltre in occasione della giornata internazionale, la Cooperativa Giovamente, ha anche deciso di produrre un contenuto virale ideato da Il regista Luigi Marmo e dir. di produzione/fotografo Dario Renda. Che commentano:
“la volontà non era realizzare uno spot che parlasse di autismo. La volontà era predisporre le persone alla comprensione dell’autismo. Con un semplice meccanismo visivo invitiamo lo spettatore a prendersi il tempo per conoscere, perché la conoscenza è la chiave giusta per poter comprendere. L’autismo può essere di difficile comprensione? forse ha bisogno di tempo.
Grazie alla cooperativa Giovamente per averci dato fiducia e responsabilità e grazie per il lavoro che svolge tutti i giorni”
I casi di autismo sono aumentati notevolmente negli ultimi dieci anni, a causa del maggiore riconoscimento della condizione all’interno della comunità medica e tra i genitori, alle modifiche dei criteri diagnostici internazionali e alle migliori pratiche diagnostiche.
Quest’anno la Cooperativa Giovamente sarà impegnata nella realizzazione del V congresso Internazionale AUTISMS il ‪22 23 24‬ Novembre 2019, 30 esperti si alterneranno tra plenarie, simposi, e workshop.

Giffoni Valle Piana: Don Mario Cerrato, 75 anni, si è dimesso da rettore del Santuario della Madonna di Carbonara per problemi di salute.

Lo ha annunciato ai fedeli dall’altare durante la celebrazione festiva domenicale. Ha informato il vescovo Luigi Moretti che le sue condizioni di salute non gli permettono di mantenere questo importante impegno di rettore. “Rimarrò qui ancora qualche domenica -ha riferito don Mario- dall’altare del Santuario durante la celebrazione della Santa Messa. In attesa che dalla curia provveda a designare un altro sacerdote proverò salute permettendo ad essere ancora tra voi”. Don Mario Cerrato è stato ordinato sacerdote nel lontano 1969 e nel corso della sua missione pastorale è stato in giro in varie parrocchie del salernitano tra queste molto radicato a Santa Maria del Ponte e S. Michele Arcangelo di Campagna. Dal 10 dicembre 2012, vicario parrocchiale di Santi Martino, Leone e Nicola di Giffoni Valle Piana. Don Mario è stato parroco dei Santi Giuseppe e Fortunato in Aversana nel comune di Battipaglia ed a Santa Maria delle Grazie a Belvedere. L’arcivescovo Moretti dal 6 settembre del 2016 l’ha nominato rettore del Santuario della Madonna di Carbonara. E ad agosto scorso Don Mario ha coronato la soddisfazione più grande guidando in pellegrinaggio a Roma i fedeli giffonesi all’udienza del Papa in occasione della benedizione del quadro della Madonna di Carbonara realizzato 90 anni fa dal pittore salernitano Clemente Tafuri. L’opera raffigura la Madonna che tiene in grembo il bambino Gesù, con la mano sinistra regge il globo, simbolo della signoria sul mondo, nella mano destra una colomba bianca, immagine della pace. Don Mario porterà nel cuore della sua vita pastorale l’importantissimo ed indimenticabile avvenimento religioso in Vaticano.

Piero Vistocco