Arriva il bracciale salvavita nei comuni della Comunità Montana Monti Picentini. In un microchip i dati del paziente in caso di emergenza di salute.

Stamane presso la sede della comunità Montana sono stati consegnati ai sindaci del comprensorio trenta braccialetti da regalare a cittadini anziane che hanno determinate patologie.

Il tutto rientra in un partenariato tra Universo Humanitas, il Lions Club Giffoni Valle del Picentino e l’Audens e voluto fortemente dal noto chirurgo nonché presidente dell’ente montano Generoso Bottigliero.

L’AIDme memorizza il nome del paziente, conserva tutti i dati ad iniziare dal gruppo sanguigno fino ad arrivare alle eventuali allergie, farmaci e medico curante. Praticamente con il braccialetto si interviene con tempestività in caso di emergenza ed a volte può diventare uno strumento fondamentale per salvare una vita proprio per l’immediata disponibilità dei dati conservati e sempre a portata di polso.

I comuni interessati sono quelli che rientrano nell’ente montano: Acerno, Castiglione del Genovesi, San Cipriano Picentino, San Mango Piemonte, Olevano Sul Tusciano, Montecorvino Rovella, Montecorvino Pugliano, Giffoni Valle Piana e Giffoni Sei Casali. Del progetto fa parte anche il comune di Bellizzi.

Si parte con trenta braccialetti da distribuire per ogni singolo comune, ma non è escluso che il numero sarà destinato ad aumentare. Presto si renderà necessario dotare altre persone di questo importante e potente strumento. E’ fondamentale poter aumentare la sicurezza dei cittadini e garantire un futuro migliore agli anziane con il braccialetto salvavita. Non è escluso che l’innovativa iniziativa di questo partnership posso estendersi anche ad altri comuni della provincia.

Piero Vistocco